Python molurus Distribuzione

Home Biologia Distribuzione
Considerazioni Dimorfismo Accoppiamento
Deposizione Classificazione Morph

DISTRIBUZIONE

L’areale geografico ove troviamo il taxon del Pitone moluro si individua nella porzione meridionale del continente eurasiatico. Comprende il Pakistan, l’India, il sud della Cina (non e’ presente a Taiwan), si estende al sud nella Penisola Malese, ad Hainan, sin verso le Piccole Isole della Sonda (Sumbawa), Giava e Celebes, con esclusione delle Filippine (Pope, 1935; Deranijagala, 1955; Townson, 1980; Mehrtens, 1987; Daniel, 1983; IUCN, 1988).


Con un cosi’ vasto areale di distribuzione, il Pitone moluro e’ oggetto di studi da parte dei tassonomi. Le popolazioni che lo rappresentano hanno suscitato interesse per le differenze che le contraddistinguono, ed ancora oggi e’ aperto il dibattito che vorrebbe questo ofide come unica specie, o come un taxa comprendente almeno due specie ed un certo numero di sottospecie, generalmente associabili alle popolazioni piu’ studiate. Nella maggioranza dei testi scientifici attuali si descrivono tre sottospecie di Python molurus: Python molurus molurus; Python molurus bivittatus e Python molurus pimbura. Sembrerebbe esistere simpatria nel Nord-Est dell’India fra le sottospecie Python molurus bivittatus e Python molurus molurus, quest’ultima considerata sovente in letteratura la “fase chiara” di Python molurus bivittatus e confinata in Pakistan ed India (Deranijagala, 1955; Minton, 1966; Townson, 1980; Daniel, 1983), areale ove si sono riscontrate evidenti differenze fra i due taxa (Deranijagala, 1955; Stimson, 1986, in IUCN 1988)

La forma cingalese di Python molurus, il Python molurus pimbura (Deranijagala, 1945), di dimensioni piu’ piccole del Moluro moluro e del Moluro bivittato, e’ stata riconosciuta sottospecie per rimarchevoli differenze nel numero, disposizione e grandezza di alcune squame e per le differenze riscontrate nei rapporti proporzionali fra varie parti del corpo se confrontate alla forma tipica (Deraniyagala, 1955; Stimson, 1969; Mehrtens, 1987).
La sua spiccata aggressivita’ sembra essere una caratteristica talmente singolare, dall’essere utilizzata da alcuni allevatori di pitoni quale inequivocabile segno di appartenenza alla sottospecie in questione (Ross & Marzec, 1990).
Deraniyagala (1955), rilevando peculiari differenze esistenti fra Python molurus bivittatus e le altre sottospecie o “razze” di Python molurus da lui descritte ed esaminate, propone di elevare gli individui giudicati appartenenti alla sottospecie “bivittatus” al rango di specie, limitandone l’areale di diffusione (in India) ai territori ad oriente dell’Assam.
Le tre altre sottospecie indo-cingalesi individuabili secondo Deraniyagala sarebbero: Python molurus orbiculatus nel Nord dell’India; Python molurus molurus nell’India meridionale, e Python molurus pimbura, a Ceylon.
A Nord-Ovest dell’Australia, nell’isola di Timor, un altro Pitonino veniva formalmente considerato una sottospecie di Python molurus. Attualmente questo pitone, chiamato Pitone di Timor (Python timoriensis) (Peters, 1876), e’ considerato come specie a se’ stante, nonostante abbia habitat, patterns e biologia simili al Pitone moluro (Mehrtens, 1987).

 Mauro Picone

Visualizzazioni: 2